Home
  1. Notizie dallo Spazio
  2. Dream Chaser, primo test di volo. È il fratello minore dello Space Shuttle

Dream Chaser, primo test di volo. È il fratello minore dello Space Shuttle

Il Dream Chaser ha compiuto il primo volo test. Come lo Space Shuttle, trasporterà gli astronauti presso la Stazione Spaziale Internazionale.

   

Foto: Diretta live Facebook pagina Sierra Nevada Corp.

Dream Chaser ha compiuto il primo volo di prova. Un test di volo avio trasportato da un elicottero al quale era collegato con una speciale imbragatura. Dream Chaser ha così verificato tutti i sistemi di bordo in una condizione di volo reale e non simulata nella galleria del vento del Langley Research Center della NASA, dove ha passato mesi a testare ogni condizione di volo.

Il test è avvenuto alle ore 17.00 italiane presso l'aeroporto dell'Armstrong Flight Research Center di Edwards, California. Oltre 4 mila persone hanno assistito alla diretta dalla pagina Facebook della Sierra Nevada Corp, azienda che sviluppa la navetta spaziale.

A cosa servirà Dream Chaser

Dream Chaser nasce come vettore di collegamento tra la terra e la Stazione Spaziale Internazionale, sia per il trasporto dell'equipaggio che del rifornimento di viveri e attrezzature scientifiche. La piccola navicella sarà il vettore ufficiale della NASA dal 2019 al 2024 quale mezzo di approdo alla ISS (fonte: https://www.nasa.gov/langley/feature/setting-the-spaceplane-stage).

Adatto alle nuove esigenze di viaggio nello spazio

Il Dream Chaser si adatta alle nuove esigenze dei voli spaziali: viaggi sicuri ed economici, capacità di atterrare negli aeroporti commerciali. Il velivolo avrà una vita tecnica di 15 voli. Non andrà molto lontano, il suo uso è limitato ai viaggi brevi tra la Terra e lo Spazio come avveniva con lo Space Shuttle, quindi non sarà usato per andare su Marte.

Il decollo è affidato a un vettore, il quale lo lancerà nello spazio. Il rientro è invece autonomo, con atterraggio sulle normali piste aeroportuali.

- Il Dream Chaser Space System presso l'Armstrong Research Center. Foto: NASA. -

Il Dream Chaser è stato progettato in due configurazioni

Due le configurazioni del Dream Chaser: Dream Chaser Cargo System e Dream Chaser Space System.

Dream Chaser Cargo System, è la versione dedicata al trasporto delle attrezzature da e verso la ISS con una capacità massima di 5.500 Kg. Il velivolo non prevede equipaggio umano. Guarda il video sotto.

Dream Chaser Space System, è la configurazione capace di trasportare fino a 7 membri di equipaggio e un cargo di rifornimento del tipo LEO. Guarda il video sotto.

Differenze tra il Dream Chaser e lo Space Shuttle

Il Dream Chaser è lungo soltanto 9 metri contro i 37 metri dello Space Shuttle. Le sue ridotte dimensioni lo rendono non adatto a portare in orbita nuovi satelliti o a fare la manutenzione di quelli già in orbita intorno alla Terra. Le sue ridotte dimensioni sono adatte a compiere brevi missioni di trasporto merci e personale presso la ISS.

- Lo Space Shuttle Atlantis e il Dream Chaser. Foto: Sierra Nevada Corp. -

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Roma Capitale vista dal Satellite Sentinel-2A    ⟩⟩ The Good Fight in streaming su TIMVISION    ⟩⟩ MasterCard come Bitcoin userà blockchain per pagamenti istantanei    ⟩⟩ Eurosport Player gratis per un anno su TIMVISION    ⟩⟩ Creare sondaggi online gratis con Moduli Google