Home
  1. Ethereum. Hard fork avvenuto al blocco 2.463.000

Ethereum. Hard fork avvenuto al blocco 2.463.000

Il team di Ethereum ha annunciato che è avvenuto l'hard fork al blocco 2.463.000, programmato per il 18 ottobre 2016, per risolvere l'attacco DoS.

   

Foto: pixabay.com - ethereum.org

È avvenuto il 18 ottobre al blocco 2.463.000 l'hard fork, come annunciato in un post ufficiale sul blog di Ethereum del 13 ottobre, per porre rimedio all'attacco DoS in atto sulla rete Ethereum dal 18 settembre 2016. Un attacco che ha rallentato, fino a bloccare, le transazioni sulla rete. L'hard fork era stato inizialmente previsto al blocco 2.457.000 e indicativamente per il 17 ottobre; evidentemente gli sviluppatori hanno ritenuto opportuno posticipare l'intervento.

Cosa ha cambiato l'hard fork

Un hard fork al protocollo Ethereum apporta dei cambiamenti alle regole di funzionamento per consentire un miglioramento della sicurezza. Si tratta di una modifica impegnativa e che ha richiesto lo sforzo di tutti i maggiori operatori coinvolti nel network Ethereum. La modifica va quindi apportata a tutti i software che supportano il protocollo a partire dai wallet.

Cosa deve fare chi ha un wallet Ethereum dopo l'hard fork?

Tutti gli utilizzatori di un wallet Ethereum o di un client che sfrutta tale protocollo, devono aggiornare alla nuova versione per continuare ad operare transazioni. Se non si aggiorna si rimarrà tagliati fuori dal network Ethereum.

Ci sarà un secondo hard fork? E perché?

Il team di Ethereum, con il primo hard fork ha ristabilito la rete e bloccato l'attacco, il quale tendeva a ridurre la velocità della stessa e a far guadagnare poco i minatori.

Il secondo hard fork servirà a rimuovere gli account vuoti generati dall'aggressore. Si tratterà quindi di un lavoro di pulizia per 'rimuovere i cocci' lasciati per terra dai ladri, dopo il loro passaggio. Questo secondo intervento non è stato ancora programmato con esattezza, si apprende dal comunicato presente sul blog di Ethereum. Il team sta facendo le dovute valutazioni della situazione. Come effetto del secondo hard fork, ci saranno ancora dei ritardi e rallentamenti temporanei sulla rete. (Fonte: Upcoming Ethereum Hard Fork.)

È finita qui? E chi ci guadagna?

Tutti gli interessati ad Ethereum si domanderanno, come è ovvio che sia, se è finita qui. Se la rete reggerà ad altri futuri potenziali attacchi. Anche perché ad essere minata in questo periodo, più che la moneta, è la fiducia nei confronti di Ethereum.

In tutto questo sono stati bravi a guadagnarci gli speculatori. Prima con il calo del prezzo di ETH a seguito dell'attacco, oggi (18 ottobre) con un rialzo del 5% in poche ore (Fonte: www.bter.com).

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Asteroide alieno visita Sistema Solare. È Oumuamua 1I/2017 U1    ⟩⟩ Carta di credito in bitcoin: Xapo e Cryptopay. Guida alla scelta    ⟩⟩ Roma Capitale vista dal Satellite Sentinel-2A    ⟩⟩ The Good Fight in streaming su TIMVISION    ⟩⟩ MasterCard come Bitcoin userà blockchain per pagamenti istantanei