Home
  1. Bitcoin e...
  2. Guide Criptomonete
  3. Come fare il mining delle monete digitali. Guida introduttiva al mining

Come fare il mining delle monete digitali. Guida introduttiva al mining

La guida introduttiva per apprendere come fare il mining delle monete digitali e chiarire i primi dubbi circa il mining delle cryptocurrencies.

    Aggiornato:    

La guida ti aiuterà a conoscere i vari metodi per fare il mining delle monete digitali. Gli schemi adottati dalle criptovalute quali il Proof-of-Work e il Proof-of-Stake, gli strumenti da utilizzare per farlo. La differenza tra una mining pool e una cloud mining.

Menu della guida
1. Cosa sono Proof-of-Work e Proof-of-Stake4. Mining pool e cloud mining, quale la differenza?
2. Gli algoritmi usati per minare le monete digitali
3. Quali strumenti hardware si usano per il mining delle monete

Cosa sono Proof-of-Work e Proof-of-Stake

Partiamo dal definire i due sistemi principali usati dalle monete digitali per garantire la sicurezza sulla blockchain, ovvero la garanzia che una stessa somma sia spesa una sola volta. Essi si chiamano Proof-of-Work e Proof-of-Stake, rispettivamente: PoW e PoS. Tralasceremo in questo articolo le sfaccettature che ogni singolo metodo ha, per concentrarci sull'essenza dei sistemi.

Fare il mining delle monete digitali con il Proof-of-Work

Il PoW è il sistema usato dalla stragrande maggioranza delle monete digitali: Dash, Zcash, Litecoin, Ethereum, Bitcoin... Prevede l'uso della capacità di calcolo di CPU, GPU e ASIC.

Il Proof-of-Work è stato il primo protocollo utilizzato per fare il mining delle monete digitali. Per garantire che Bitcoin potesse funzionare senza che nessuno facesse il furbo, è stato stabilito che sia la potenza computazionale della rete a validare una transazione e a garantire che una stessa quantità di moneta digitale (ad esempio 1 BTC) sia spesa una sola volta dal possessore. Insomma, evitare che qualcuno possa "emettere assegni non coperti".

In pratica, per poter spendere due volte la stessa quantità di moneta, dovrei essere più veloce della rete stessa nel generare una seconda transazione sulla rete, con la stessa quantità di moneta e a far risultare questa seconda come unica. Facendo credere alla rete che la prima transazione non è mai avvenuta. Questa condizione si potrebbe avverare solo se io avessi una potenza computazionale pari al 51% della rete e questo è teoricamente possibile, poco fattibile nella pratica.

La remunerazione con il PoW è dovuta:

  1. Per aver trovato per primi la soluzione matematica per fare il prossimo blocco sulla rete.
  2. Per aver contribuito a confermare le transazioni e garantito l'integrità della rete.

Nel primo caso si riceve tutta la ricompensa o parte di essa se la nostra potenza ha contribuito con altre a trovare la soluzione matematica. Nel secondo caso riceveremo i soldi delle commissioni pagate da chi ha fatto le transazioni.

Mining delle monete digitali con il Proof-of-Stake

Fare il mining delle monete digitali con il Proof-of-Stake richiede solo una piccola o nulla percentuale d'uso delle risorse hardware del computer. La garanzia della rete, che nessuno faccia il furbo spendendo due volte la stessa cifra, è garantita dai possessori della moneta stessa.

Con la tecnica del PoS, i possessori della moneta e solo loro, generano i blocchi nella rete della moneta digitale. La generazione del prossimo blocco avviene secondo strategie differenti. In generale è scelto in modo casuale il prossimo 'utente' che dovrà generare il blocco. Questo utente, per poter avere diritto alla generazione del blocco, deve possedere una certa somma di moneta digitale da un numero di giorni prestabilito.

La remunerazione con il PoS avviene dallo stoccaggio nel proprio portafoglio di quantità di criptovaluta e tenendo il wallet sempre connesso alla rete, così da mantenerla attiva e per ricevere il compenso quando sarà il momento.

Gli algoritmi usati per fare il mining delle monete digitali

Un secondo aspetto molto importante è il tipo di algoritmo usato per fare il mining delle monete digitali. Gli algoritmi servono a crittografare le transazioni e i dati della stessa. Gli algoritmi crittografici progettati sono vari. Bitcoin e le monete da esso derivate, usano lo SHA-256. La complessità degli algoritmi della famiglia SHA, richiede eccessivi calcoli matematici e assorbe troppa energia.

Scrypt

Litecoin usa Scrypt il quale richiede potenza computazionale inferiore rispetto a SHA-256. Questo si traduce in costi inferiori per l'acquisto dell'hardware e principalmente nei consumi energetici.

X11

Dashcoin usa X11 ed è un algoritmo più "leggero" di Scrypt. I consumi energetici di un ASIC miner X11 sono ridottissimi.

Quali strumenti hardware si usano per il mining delle monete digitali

Per fare il mining delle monete digitali con la tecnica del PoW, si usano le CPU dei computer, le GPU ed elaboratori dedicati chiamati ASIC (Application specific integrated circuit).

CPU

Per quanto riguarda le CPU è sconsigliabile minare con esse. Forniscono dei piccoli risultati appena accettabili con Zcash, collegandosi alle mining pool dedicate. Oppure usando servizi come NiceHash.

GPU

Le GPU sono largamente usate per minare Ethereum e Zcash, di recente anche Litecoin.

ASIC

Gli ASIC si possono considerare i calcolatori dedicati. Alcune aziende specializzate, hanno realizzato ASIC per minare con l'algoritmo SHA-256, Scrypt, X11, ecc. Essi si distinguono per le elevate capacità di estrazione dalla rete, essendo progettati e dedicati a questa unica funzione. Considerando l'Italia, è conveniente cimentarsi nel mining di monete che usano l'algoritmo Scrypt o X11 e similari. SHA-256 non è compatibile con gli alti costi dell'energia elettrica del nostro Paese.

L'hardware dedicato al mining "teme" il calore

Hai fatto caso che il tuo PC o il notebook, d'estate attivano per molto più tempo e a giri maggiori la ventola di sistema? Questo perché, al calore prodotto dai componenti elettronici, si aggiunge il caldo estivo. A certe latitudini, minare d'estate può diventare oneroso. Il troppo caldo fa consumare più energia, riduce le prestazioni del dispositivo, lo espone a crash o malfunzionamenti, fino alla rottura.

I luoghi ideali sono le zone fredde. Altrimenti perché si entra in un data center a maniche lunghe anche d'estate? Perché Google ha i suoi server in Groenlandia? Se abiti a Cervinia e similari, sei forse avvantaggiato. Sì, puoi collocare il condizionatore sopra l'ASIC miner, ma quanto ti costa? Questa necessità ha spinto i grandi stakeholders, impegnati nel mining delle cryptomonete, a installare gli impianti di estrazione in zone fredde tutto l'anno e con buona ventilazione per ridurre l'umidità ed avere un condizionatore naturale a costo zero.

Mining pool e cloud mining, quale la differenza?

Per concludere, la differenza tra mining pool e cloud mining. Cosa è meglio? C'è chi è assolutamente a favore delle pool e chi appoggia anche le cloud mining. Chi è favorevole alle mining pool, spesso bolla le cloud mining come truffe e in alcuni casi di ciò si tratta. Per approfondire questo aspetto potresti leggere 'Cloud Mining. Come trovare società attendibili evitando le fasulle'.

Cosa è una mining pool e caratteristiche basilari

Una mining pool è un insieme di persone che uniscono le forze dei propri dispositivi hardware, per minare una certa moneta digitale. Si presenta come un sito web al quale si accede attraverso credenziali di login oppure no. Sul sito web della mining pool sono fornite le informazioni per connettersi alla rete.

Il vantaggio della mining pool, rispetto al solo mining (minare da soli), risiede nei guadagni più alti perché "l'unione fa la forza". Se la mining pool sul totale ha una potenza di 100TH/s, ad esempio, è come se anche noi avessimo quella potenza installata: ma otterremo solo la nostra porzione, sia chiaro! La mining pool è gestita da una o più persone, che garantiscono lato server il funzionamento della struttura H24. Per questo lavoro ritengono una commissione variabile tra lo 0% e il 2% o più.

Gli svantaggi della mining pool. Non sono fornite garanzie contrattuali, perché non esiste un contratto tra le parti. La gestione e responsabilità del proprio hardware resta nelle nostre mani, così come la capacità di ottimizzare il sistema per massimizzare i guadagni riducendo i costi.

Cosa è una cloud mining e come funziona

Una cloud mining è un data center (tante GPU o ASIC in un ambiente molto ampio), gestito direttamente da una società o in sub affitto. La società di cloud mining gestisce l'hardware per il mining: acquisto, installazione, settaggio, ottimizzazione, manutenzione, stato della rete. La società gestisce la parte amministrativa e commerciale con il cliente, i pagamenti.

Le parti stipulano un contratto per l'uso del servizio: così fanno le società serie. I contratti sono di due tipi:

  1. Costo per l'acquisto della potenza computazionale (hashrate, hashpower) espressa in KH/s, MH/s, GH/s, TH/s. Più le commissioni sulla gestione: generalmente alcuni centesimi di euro per GH/s posseduto, ogni giorno. Le commissioni servono a pagare l'energia elettrica e la gestione hardware.
  2. "All inclusive". Il costo del contratto comprende anche le commissioni oltre che il costo per la potenza computazionale acquistata.

Il vantaggio delle cloud mining è il tempo risparmiato per l'acquisto, installazione, settaggio, gestione e controllo H24 dell'hardware dedicato al mining della criptomoneta. Interruzioni di connessione internet e della corrente elettrica inclusi. Il rispetto dell'ambiente. Le cloud mining usano l'idroelettrico o altre fonti alternative. Un fattore non di poco conto.

Se pagare il costo di un servizio prestato è uno svantaggio, allora questo è lo svantaggio. I contratti "all inclusive", come li definisco io, sono quelli da prendere in considerazione. L'altro tipo non è vantaggioso.

Per concludere

Se si hanno anche poche centinaia di Euro da investire e si vuole diversificare l'investimento, si può comprare un ASIC miner di potenza X e un contratto cloud mining di pari potenza X e verificare, al netto di tutte le spese, quale delle due soluzioni conviene di più. Ovvio si deve trattare della stessa criptomoneta!


Molte persone non conoscono ancora la Crypto Economy. Condividi sui social network con amici e amiche usando la social bar. Contribuisci alla diffusione delle criptovalute.

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Modificare i file di Office in Google Chrome    ⟩⟩ Bitcoin Gold è un hard fork? O una ICO andata male?    ⟩⟩ Incendio nella Foresta Boreale visto dallo Spazio    ⟩⟩ Bitcoin Core Segwit2x, la battaglia finale è iniziata    ⟩⟩ I Cento anni dell'Albese calcio: Una storia da raccontare