Home
  1. Bitcoin e...
  2. Crypto Mining
  3. Nicehash introduce la tassa sul deposito condizionale: 'conditional deposit fees'

Nicehash introduce la tassa sul deposito condizionale: 'conditional deposit fees'

Nicehash introduce la tassa sul deposito condizionale e annuncia che presto supporterà i pagamenti in altre altcoins.

   

Nicehash, la cloud mining "diffusa" e multipool, ha deciso di introdurre la tassa sul deposito condizionale. La Conditional deposit fees, si applicherà dal 19 aprile 2017 ore 10.00 UTC, a tutti i depositi fatti dagli hashing power buyers. Depositi al di sotto dei 0.005BTC, riceveranno una tassazione commisurata. La notizia è stata diffusa nel comunicato ufficiale del 5 aprile 2017, sul sito nicehash.com. In quest'ultimo periodo Nicehash ha effettuato alcuni cambiamenti alla politica dei pagamenti, riducendo da 4 a 1 il numero dei pagamenti giornalieri ai miners e introducendo la possibilità di minare nell'in-wallet direttamente.

Perché Nicehash introduce la conditional deposit fees

La tassa sul deposito condizionale, conditional deposit fees, è una conseguenza della ridotta dimensione dei blocchi sulla blockchain Bitcoin. Le transazioni occupano byte e contemporaneamente sono molte, anche il recente upgrade al Bitcoin Core 0.14.0 non è riuscito a risolvere il problema. Nicehash si configura come un servizio di micro pagamenti, esponendola molto ai costi di mantenimento della rete: le commissioni per i miners.

La tassa è stata adottata da Nicehash, per scoraggiare i buyers dal depositare sul NiceHash account Wallet somme troppo piccole e, di conseguenza, nell'operare molteplici transazioni.

Cosa è la conditional deposit fees di Nicehash

La conditional deposit fees di Nicehash si applicherà agli hashing power buyers dal 19 aprile. Quei buyers che depositeranno meno di 0.005BTC, dovranno pagare una tassa sul deposito pari a 0.0005BTC. Se un buyers dovesse effettuare transazioni addirittura più piccole di 0.0005BTC, la tassa sul deposito sarà pari al deposito stesso.

Questa decisione impatta su un gruppo specifico di utenti Nicehash, gli hashing power buyers, in un numero limitato a quanti fanno piccoli e frequenti versamenti per comprare hashing power dai miners collegati alla multipool.

Nicehash, nello stesso comunicato, afferma come sia inutile fare depositi al disotto dello 0.01BTC, quota minima per poter fare ordini di NiceHash hashing power.

Presto su Nicehash attivi depositi e pagamenti in altre altcoins

Nello stesso comunicato si apprende che Nicehash sta valutando la possibilità di accettare acquisti da parte dei buyers con differenti altcoins e di pagare i miners con le stesse. Grazie all'aumentato valore di mercato e alla maggiore diffusione di monete digitali quali Litecoin, Ethereum, Dashcoin, i miners potranno essere pagati direttamente con queste e altre cryptocurrencies.

Il supporto verso altre altcoins servirà anche come "via di fuga" per evitare le sempre più alte commissioni di transazione in Bitcoin.

Condividi sui social network e fai conoscere la notizia ad amici e amiche, amplia le frontiere della Crypto Economy.

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Eclissi totale di sole diretta streaming ufficiale NASA    ⟩⟩ False partnership con Genesis Mining. L'avviso di Marco Streng    ⟩⟩ ICOBox la piattaforma che gestisce il lancio delle ICO    ⟩⟩ Mobirise 4.1 pronto al download. Caratteristiche Mobirise Icons    ⟩⟩ Mining Pool e Cloud Mining a confronto. Quale conviene di più?