Home
  1. Bitcoin e...
  2. Crypto Notizie
  3. AKASHA Project il social media network che paga le idee in Ethereum

AKASHA Project il social media network che paga le idee in Ethereum

AKASHA Project, il social media network decentralizzato, basato sulla Ethereum Network e su IPFS, paga le idee degli utenti in ETH.

    Aggiornato:    

Foto: akasha.world.

Per poter comprendere l'AKASHA Project, ufficialmente definito next-generation social media network decentralizzato, bisogna partire dal comprendere cosa significa la parola AKASHA. La parola appartiene alla lingua sanscrito, significa etere («principio onnipresente caratterizzato dal suono») ed è uno dei cinque elementi alla base del libro filosofico Upanishad della religione induista (Fonte: treccani.it - 'Induismo. Il libro dell'anno 2001').

Letto ciò ti domanderai cosa centra la filosofia induista con un social media network decentralizzato. AKASHA è una applicazione che si basa sulla blockchain di Ethereum. Scritto questo credo che il perché del nome, legato al concetto di etere, acquisisca tutto il suo senso. Spiegato il significato 'filosofico' del termine, vediamo ora lo scopo di AKASHA Project e verso quale visione del mondo ci vuole proiettare.

Cosa è AKASHA Project

Lo scopo di AKASHA Project è creare una piattaforma dove l'informazione sia veramente libera e decentralizzata. Una informazione non conservata su server web amministrati, piuttosto libera di viaggiare su una rete decentralizzata, in questo caso nella Ethereum network. Una informazione sempre a disposizione di tutti, senza la possibilità d'essere censurata o oscurata da Governi o da società private.

Da un lato l'informazione diventa incensurabile su AKASHA, dall'altra garantisce la privacy di chi scrive. Infatti la piattaforma consente la creazione di più identità non verificabili. Quest'ultimo aspetto potrebbe essere un punto debole per l'attendibilità dell'informazione, ma il progetto è ancora in fase test.

L'essenza del progetto è tutta in questa frase scritta sul sito ufficiale: «After all, it’s not information that wants to be free – it’s us». E su questa frase si potrebbe aprire tutta una discussione filosofica ed etica sulla parola libertà in generale e applicata al web — perché libertà e anarchia non sono sinonimi —, ma non è il tema centrale dell'articolo.

In che modo l'informazione è incensurabile su AKASHA Project

Immagina di scrivere un post su un comune social network oggi esistente. Nel post scrivi circa un argomento sensibile all'opinione pubblica ma censurato dal Governo X. Un accordo "commerciale" tra il proprietario del social network e il Governo X, impone la cancellazione immediata di post concernenti l'argomento sensibile in questione. Il tuo post verrà censurato e cancellato.

Su AKASHA l'informazione è incensurabile. Non esiste nessun moderatore o sistema automatizzato di censura di argomenti e parole. I post non sono cancellabili da altri, non sono hackerabili, perché alla base c'è la tecnologia Blockchain.

Su quale tecnologia si basa AKASHA Project?

AKASHA Project si basa su Ethereum e sul file system IPFS (Inter-Planetary File System). Quest'ultimo è un peer-to-peer hypermedia protocol, distribuito nel web, sul quale è possibile caricare e conservare per sempre (questo lo scopo per cui IPFS nasce) ed a beneficio delle future generazioni, qualsiasi tipo di documento, fonte storica, ricerca scientifica, film, musica ecc. Per approfondire IPFS, potrà essere utile la lettura di ' Cosa è IPFS InterPlanetary File System? Sostituirà BitTorrent e HTTP?'.

Non è finita, il team di AKASHA sviluppa la piattaforma grazie alle più innovative tecnologie informatiche quali: Electron (tecnologia web per costruire applicazioni desktop trasversali in HTML, CSS e JS), React.js con Redux.js, Node.js.

Fare il mining di Ethereum con le idee

Su AKASHA Project il mining di Ethereum si fa con le idee. Tutto ciò che la tua testa produce, lo pubblichi su AKASHA e se gli altri trovano utile l'idea, la guida, in generale le tue informazioni condivise, possono riconoscerti un compenso in Ethereum. Un social media network che paga le idee condivise con il mondo. Non male. L'informazione, però, dovrà essere davvero utile! Altrimenti chi sarà disponibile a pagarla?

- Videata iniziale di AKASHA Alpha -

Una piattaforma attiva in fase test

Il social media network è disponibile per il download e l'installazione sul computer di casa. AKASHA è compatibile con Linux, Mac OSX e Windows. Per ora è distribuita la versione Alpha, operativa su una testnet Ethereum privata. Per la fine del 2017 è previsto il lancio della versione AKASHA 1.0.

Segui la guida all'installazione di AKASHA Project versione alpha.

Chi sono i membri del team di AKASHA Project

Come consulente c'è Vitalik Buterin, il giovanissimo creatore di Ethereum, e Juan Benet, l'altrettanto giovane creatore di IPFS. Il fondatore di AKASHA Project è Mihai Alisie. C'è anche un nome italiano nel progetto, si chiama Lorenzo Patuzzo ed è il creative consultant del team. Tutti gli altri membri del team sono sul sito ufficiale: https://akasha.world.

Un progetto serio quindi, con nomi e volti riconoscibili e riconosciuti in ambito internazionale.

Come nasce AKASHA Project: la storia

AKASHA Project nasce in treno. Mihai si trovava nel treno navetta diretto all'aeroporto di Zurigo. A scatenare la sua mente creativa, la storia di un giornalista coreano. Al termine del breve viaggio, ormai giunto in aeroporto, l'idea di un social media network libero e aperto aveva già preso forma nella sua mente (fonte: akasha.world).

Così nascono le idee che cambiano il mondo, da qualcosa di semplice.

Io su AKASHA ci sono già. Ti aspetto. Cercami come: @fabiocarbone.

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Modificare i file di Office in Google Chrome    ⟩⟩ Bitcoin Gold è un hard fork? O una ICO andata male?    ⟩⟩ Incendio nella Foresta Boreale visto dallo Spazio    ⟩⟩ Bitcoin Core Segwit2x, la battaglia finale è iniziata    ⟩⟩ I Cento anni dell'Albese calcio: Una storia da raccontare