Home
  1. Bitcoin e...
  2. Guide Tecnologia Blockchain
  3. Bitcoin.pdf di Satoshi Nakamoto cosa è e perché è così importante

Bitcoin.pdf di Satoshi Nakamoto cosa è e perché è così importante

Il bitcoin.pdf di Satoshi Nakamoto: a cosa serve, la sua importanza e dove scaricarlo in italiano e in lingua originale inglese.

   

Foto: pixabay.com.

Il bitcoin.pdf è un breve documento presentato da Satoshi Nakamoto per spiegare il funzionamento del protocollo Bitcoin e della relativa criptovaluta (cryptocommodity) bitcoin. In meno di 9 pagine in formato .pdf, l'anonimo inventore del bitcoin, spiega come è riuscito a far funzionare la prima moneta anarchica della storia. In tanti ci avevano già provato come Wei Dai con b-money (leggi il documento qui: http://www.weidai.com/bmoney.txt), ma non erano riusciti a soddisfare tutte le esigenze di una moneta che vuole essere indipendente dai governi.

Perché il bitcoin.pdf è così importante?

il bitcoin.pdf di Satoshi Nakamoto spiega quello che lui definisce un 'sistema di pagamento elettronico basato sulla criptografia invece che sulla fiducia' (pagina 1 del documento). Non scrive mai blockchain, come fa notare il prof. F.M. Ametrano nella video lezione dedicata al bitcoin e alla blockchain, le due parole risultano separate nel documento, ma di fatto Satoshi segna la nascita di quella che chiamiamo tecnologia blockchain, quel "meccanismo" che è alla base del funzionamento del bitcoin e di tutti gli altri servizi blockchain-based.

Il mio parere personale è che l'invenzione più grande di satoshi sia la blockchain e l'impatto positivo che potrà avere in molteplici ambiti. Il bitcoin è solo il primo esperimento d'uso di questo "meccanismo" digitale.

Dove scaricare bitcoin.pdf

Il documento bitcoin.pdf è scaricabile in lingua originale (inglese) dal sito https://bitcoin.org/bitcoin.pdf. bitcoin.pdf tradotto in italiano è disponibile a questo indirizzo: https://bitcoin.org/files/bitcoin-paper/bitcoin_it.pdf.

Bitcoin.org è il punto di riferimento internazionale per quanti vogliono apprendere il funzionamento della criptovaluta.

Cosa spiega il bitcoin.pdf

Satoshi Nakamoto spiega sinteticamente come sia riuscito a realizzare la criptovaluta usando tecniche e tecnologie informatiche esistenti, e alla portata di molti.

  • Internet, per la connessione dei nodi della rete sparsi nel mondo.
  • Connessioni peer-to-peer sul modello di altri servizi diffusi nel web come la condivisione di files e software (eMule, BitTorrent).
  • Le tecniche di crittografia esistenti.

Dove sta l'innovazione nella criptovaluta di Satoshi?

Satoshi ha decentralizzato la rete. Nessun server centrale che governa il sistema, ogni nodo è in qualche maniera responsabile del funzionamento della rete al pari degli altri nodi. Usando un registro mastro (ledger) immutabile e peer-to-peer, ha risolto il problema della doppia spesa della stessa quantità di moneta: "double-spending problem".

Il sistema della prova di lavoro (Proof-of-Work), è la soluzione che Satoshi implementa affinché i nodi della rete confermino le transazioni ed evitino la doppia spesa. La prova di lavoro è affidata al calcolo computazionale dei computer (CPU, ASIC), i quali elaborano l'algoritmo criptografico SHA256.

Ma tutto ciò non poteva bastare a tenere uniti nello stesso intento i nodi della rete: i miners. Così aggiunge un meccanismo di ricompensa. I miners ottengono una quantità di bitcoin stabilita per aver garantito la stabilità e il funzionamento della Bitcoin network.

I punti critici dell'idea di Satoshi Nakamoto

Punto critico numero 1

L'idea dichiarata di Nakamoto è ridurre i costi derivanti dall'intermediazione delle banche, le quali si fanno pagare per lo spostamento del denaro in cambio del servizio offerto. Il suo sistema riduce i costi delle transazioni perché non ci sono intermediari.

In realtà sperimentiamo commissioni sulle transazioni bitcoin lievitate enormemente per garantire che la stessa avvenga in tempi ragionevoli. Si possono spendere svariati euro per spostare anche piccole quantità di bitcoin. Molti si domandano perché non usare un bonifico dal momento che costa 3,50€ per spostare denaro in tutta Europa? La risposta è che il bitcoin non è una vera e propria moneta come l'euro, piuttosto l'oro digitale. Resta comunque il problema delle alte commissioni che potrebbe scoraggiare molti dall'investire in esso.

Punto critico numero 2

L'intento dichiarato di Satoshi è proteggere i venditori dalle frodi con una tecnica che impedisca l'annullamento delle transazioni. Con le criptovalute lo storno non è possibile.

Il meccanismo protegge i venditori, non mette al riparo dalle frodi gli acquirenti che incappano in un veditore truffatore.

Il sistema non ammette l'errore. Significa che prima di fare la transazione devo essere certo che sto inviando la giusta quantità alla persona giusta. L'errore non sarà reversibile come accade per il bonifico: entro il cut-off.

Condividi sui social network e fai conoscere la notizia ad amici e amiche, amplia le frontiere della Crypto Economy.

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Il ritorno di Zcash sulla cloud mining HashFlare    ⟩⟩ Biorepair dentifricio notte senza fluoro. Io l'ho comprato e...    ⟩⟩ Le nuove regole della scrittura di Ann Handley. Io l'ho letto    ⟩⟩ Premium cinema anteprima e serie TV di ottobre 2017    ⟩⟩ Il Grand Finale della sonda Cassini Saturno in diretta streaming