Home
  1. Bitcoin e...
  2. Crypto Trading e Investimenti
  3. Le criptovalute come il bitcoin, sono solo una enorme bolla speculativa?

Le criptovalute come il bitcoin, sono solo una enorme bolla speculativa?

Le criptovalute come il bitcoin sono la risposta ai nostri sogni o un'enorme bolla speculativa? Solo una riflessione personale.

   

Foto: pixabay.com.

Il dibattito sulle criptovalute come una enorme bolla speculativa è sempre acceso. Alcuni malignamente sognano la bolla che esplode, ma solo perché hanno perso il treno del grande guadagno. Altri perché hanno visto sparire i loro clienti, ora intenti a investire nelle monete nate da internet e nelle ICO. The Cointelegraph, tra gli altri, scrive spesso dell'argomento e lo ha rifatto di recente in un paio di articoli dal titolo:

La domanda che tutti ci poniamo e in particolare quanti hanno investito i propri risparmi:

'Il bitcoin è davvero ciò che promette di essere?'

Il caso Enron. Cosa c'entra con la bolla speculativa?

Domenica sera il mio orologio biologico non voleva saperne di mandarmi a letto e mi sono appassionato nel vedere 'Enron - L'economia della truffa'. Documentario dedicato al caso Enron: la multinazionale americana quotata in borsa, che agli inizi del 2000 trascinò alla rovina migliaia di piccoli risparmiatori (parte dei dipendenti compresi) che avevano investito pensioni e soldi di una vita di lavoro.

Il castello era di carta

I capi della Enron furono abilissimi nel costruire un castello di carte facendo credere a tutti, ma proprio a tutti, d'aver costruito un castello in muratura solidissimo e inespugnabile. Nessun analista, nessun banchiere si avvicinò mai al castello per verificare se fosse davvero fatto di mattoni o cartone. E chi ci provò fu imbavagliato. Ma diciamola tutta, anche chi lo capì divenne complice senza sporcarsi le mani della truffa, perché c'era tanto da guadagnare in quel meccanismo perverso.

La truffa durò anni, alla fine non resse. I trucchi da prestigiatore finirono, il castello venne giù in 24 giorni e con lui i sogni di un futuro migliore di tantissimi americani. Un operaio della Portland General Electric, società acquistata dalla Enron, testimoniò: «Durante il picco massimo delle azioni avevo 348.000 dollari, dopo il fallimento 1.200 dollari».

Nel buco nero ci finirono le più grandi banche del mondo, alcune delle quali oggi sperimentano la tecnologia blockchain e muovono passi più o meno cauti nella giungla meravigliosa della cripto economia.

Una obiezione al paragone con il caso Enron

A differenza del caso Enron, le criptovalute non hanno il favore di tutti. Analisti e banchieri di rilievo hanno pubblicamente mostrato la loro avversione, fino a definire le criptovalute una truffa. Le banche centrali di alcuni paesi scoraggiano dall'investire (Banca d'Italia compresa: 'Avvertenza sull’utilizzo delle cosiddette valute virtuali', 30-1-2015. La nota recepisce le opinioni EBA circa le virtual currencies, del 4-7-2014).

Ci sono quindi differenze importanti con quell'evento. Come dire, la storia ha conservato quella lezione e noi ne abbiamo fatto memoria vigile.

Ma abbiamo bisogno di credere nei sogni, nella possibilità che esiste per ciascuno di noi un futuro splendido e ricco, di soldi ovviamente.

Il bitcoin potrà anche crollare, ma la strada è segnata...

Potremmo riflettere che sì è vero, il prezzo attuale delle cripto monete è sopra valutato, che esso non è il reale valore ma solo frutto della speculazione (dei veri speculatori), dell'euforia per un fenomeno dell'agire economico nuovo e che ci appare dirompente.

Non sarebbe la prima volta che ciò accade.

Non sarà la fine

Non sarà la fine delle monete matematiche decentralizzate. Il segnale che l'euforia è finita, sì. Sarà più chiara la reale portata del "fenomeno economico-sociale" (perdonate se non sono le parole corrette). Il bitcoin, l'ethereum, zcash, raggiungeranno un valore economico rispondente alla reale utilità per la società e si proseguirà.

O forse sì...

Oppure no. Forse la strada non è segnata. Semplicemente la blockchain sarà stato un esperimento, bello fino a che è durato ma... solo un esperimento.

Navighiamo vigili e a vista, fino a segnali inequivocabili sulla direzione da prendere... per chi li vorrà vedere.

Riflessione conclusiva

"Guardare la Enron è come guardare il rovescio della medaglia perché, come tante cose finite male, non ha avuto inizio così. È iniziata con molta gente che pensava di cambiare il mondo. Con il passare del tempo, sono diventate vittime della loro avidità. È come avere tante speranze che, guardate nello specchio, rivelano il rovescio della medaglia."

(Bethany McLean, in Enron - L'economia della truffa, 2005).


Condividi sui social network con amici e amiche usando la social bar. Contribuisci alla diffusione della Crypto Economy.

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Asteroide alieno visita Sistema Solare. È Oumuamua 1I/2017 U1    ⟩⟩ Carta di credito in bitcoin: Xapo e Cryptopay. Guida alla scelta    ⟩⟩ Roma Capitale vista dal Satellite Sentinel-2A    ⟩⟩ The Good Fight in streaming su TIMVISION    ⟩⟩ MasterCard come Bitcoin userà blockchain per pagamenti istantanei