Foto dal mondo > Ciudad De las Artes y las Ciencias 2012

Città delle arti e della scienza di Valenzia

La più grande cittadella dedicata allo scibile umano di tutta Europa

La Città delle Arti e delle Scienze di Valenzia Il Palazzo delle Arti visto dai giardini Palazzo delle Arti Reina Sofia Scultura in ferro nel lagheto artificiale dei giardini Bambini giocano sulle panchine In secondo piano l'Umbracle colorato di fiori Forma architettonica immersa nell'acqua Impianto di illuminazione della “Ciudad” delle scienze di Valencia Siamo tra il Palazzo delle Arti e l'Emisfero Tutta la Ciudad è immersa in vasche d'acqua Parte posteriore del Reina Sofia Hemisfèric, a forma d'occhio umano. Hemisfèric, il Museo delle scienze e l'Agora L'enorme vetrata si apre e si chiude come un occhio Vista dall'interno dell'emisferico Un luogo ideale per passeggiare e ammirare l'Architettura moderna Porta d'ingresso ai parcheggi Forma scheletrica per il Museo Prìncipe Felipe Il Reina Sofia, visto oltre il ponte Hemisferic e Palazzo delle arti, lato sud Siamo sotto la struttura del Museo delle scienze Museo de las Ciencias Prìncipe Felipe Fatevi un giro nel trenino della Ciudad Vista suggestiva degli edifici di Calatrava Ora si vede anche Umbracle Sembra lo scheletro di un dinosauro Un bianoco e nero della cittadella Valenciana l'Oceanografico! L'Agora L'Agora dai giardini Lato esterno del giardino Umbracle La Ciudad al tramonto Senza parole Condotti d'aria del parcheggio sotterraneo Ritorno al Reina Sofia

pinterest

Un'opera architettonica mozzafiato

    Opera di Santiago Calatrava e Felix Candela, le varie strutture della città delle arti e delle scienze (Ciudad de las Artes y las Ciencias) sono state ultimate tra il 1998 e il 2009.
    Il progetto futurista unisce la tradizione mediterranea legata alla luce e al mare con la modernità.
    La città nasce sul letto del rìo Turia, un fiume che attraversava la città, oggi trasformato in giardino che scorre verso il centro storico di Valencia, unendo idealmente e fisicamente l'antico e il moderno della città.

L'architettura di Calatrava

    Santiago Calatrava nasce a Benimàmet, Valencia, nel 1951. Ingegnere e architetto, le sue opere presentano e esprimono una creatività che getta le basi per una nuova idea di architettura, uno sguardo di futuro pieno di luce.
    Egli si dedica principalmente alla realizzazione di grandi opere come la stazione ferroviaria di Zurigo, Lione, Berlino ecc. Ha realizzato vari ponti come il discusso ponte di Venezia.

Palau de les Arts Reina Sofia

    Viene principalmente utilizzata per concerti di musica e opera lirica. E stato aperto al pubblico nel 2005 dopo l'inaugurazione tenuta dalla Regina Sofia di Spagna a cui il palazzo è intitolato.
    Al suo interno due auditorium da 1400 e 1500 posti usati per gli eventi musicali pi grandi; due auditorium da 400 posti utilizzati per opere teatrali e musica da camera. E dotato di servizio bar, ristorazione e vista panoramica.

L'Emisfero

    Si tratta della prima struttura a essere stata costruita e finita nel 1998. Realizzato a forma d'occhio, la pupilla è un cinema planetario IMAX. La parte esterna rappresenta la palpebra costituita di ferro e vetro.

Il Museo delle scienze

    Il Museu de les Ciències Principe Felìpe si estende su tre paini ricchi di laboratori scientifici e sperimentali dove i grandi possono tornare piccini e i piccini diventare grandi scienziati.
    Terminato nel 2000 si distingue per la sua forma architettonica simile a una spina dorsale.
    Teatro dell'elettricità, Scuola del cadetto dello spazio, Esploratorio, Planetario. Sono solo alcune delle attrattive del museo.

L'Oceanografico

    Si tratta dell'acquario più grande d'Europa. L'oceanografico ha un tunnel marino lungo 70mt, dotato di uno straordinario teatro marino dove gli attori sono i pesci visibili attraverso l'acquario posto sul palcoscenico!
Sono presenti una serie di vasche che riproducono fedelmente vari climi presenti in natura. Mari freddi e temperature molto basse per i pinguini. Acque caldissime per i pesci tropicali. Una enorme vasca ospita il Beluga! Un pò timido nel mostrarsi ai visitatori... ma tanto affettuoso.

L'Umbracle

    Si tratta di un giardino sospeso, voluto dal Calatrava in ricordo "dei giardini d'inverno europei". La struttura si compone di 55 archi ricoperti da materiale trasparente che illumina le piante al suo interno. Misura 300 metri in lunghezza e raggiunge i 30 metri di altezza. Sotto al giardino c'è un parcheggio per la sosta delle auto durante la visita alla città.

Articoli Recenti

⟩⟩ Il ritorno di Zcash sulla cloud mining HashFlare    ⟩⟩ Biorepair dentifricio notte senza fluoro. Io l'ho comprato e...    ⟩⟩ Le nuove regole della scrittura di Ann Handley. Io l'ho letto    ⟩⟩ Premium cinema anteprima e serie TV di ottobre 2017    ⟩⟩ Il Grand Finale della sonda Cassini Saturno in diretta streaming