Home
  1. Bitcoin e...
  2. Giga Watt ICO. Nasce la mining farm di tua proprietà chiavi in mano

Giga Watt ICO. Nasce la mining farm di tua proprietà chiavi in mano

Giga Watt ICO. In principio era 'solo mining', poi cloud mining, quindi hosting mining. Adesso la mining farm di tua proprietà chiavi in mano.

   

Foto: Giga Watt.

Parte il 2 giugno la Giga Watt ICO, dedicata al mining delle crittovalute. Società degli USA con una sede nello Stato di Washington e una seconda a Singapore. Giga Watt Inc. fornisce servizio mining chiavi in mano e hosting, si occupa della vendita di attrezzature per il mining, di gestione e riparazione dei dispositivi stessi. Gli investitori hanno l'opportunità di fare il mining di Bitcoin, Ethereum e Litecoin con costi sulle commissioni di gestione da grossista e non da cliente finale. Oppure potranno decidere di cedere in affitto a terzi i token, per guadagnarci un surplus.

Alla ICO si aderisce dal sito https://cryptonomos.com/wtt/. Qui sotto uno speciale approfondimento per conoscere Giga Watt e come funziona la ICO, che intende realizzare mining farm di tua proprietà, chiavi in mano.

L'intervista al team è disponibile qui: Giga Watt ICO. Intervista al team della mining farm innovativa

Menu - Giga Watt ICO

1. Chi è Giga Watt4. La storia di Giga Watt e del fondatore Dave Carlson
2. Come funziona la ICO e il sistema dei WTT Token
3. Cosa Giga Watt offre di diverso dal mercato del mining

Chi è Giga Watt

Giga Watt è un servizio hosting di miners (ASIC e GPU) e di pacchetti chiavi in mano. Il servizio hosting è a noleggio con costo giornaliero, i pacchetti chiavi in mano hanno un costo omnicomprensivo. Le attrezzature sono gestite presso la sede di Wenatchee, città dello stato di Washington negli USA. Gli ASIC e GPU si comprano direttamente da loro, in quanto hanno partnership con società produttrici di miners (ad esempio PandaMiner). In alternativa il cliente sceglie di far installare propri ASIC o GPU di aziende non in partnership con Giga Watt.

L'eventuale riparazione dei miners avviene sul posto con un uptime del 93,5%.

Ogni 2 settimane Giga Watt organizza un tour per i visitatori interessati a conoscere da vicino la struttura del mining data center.

Le configurazioni possibili

Configurazione personalizzata. Si concorda con Giga Watt la soluzione da implementare presso il loro data center, come una sorta di colocation o housing. Si occuperanno della gestione e manutenzione dei miners installati. Si è liberi di settare il mining di qualsiasi criptomoneta supportata dall'algoritmo per cui il miner è stato progettato. Previsti costi aggiuntivi di installazione.

Configurazione chiavi in mano. Si sceglie uno dei piani chiavi in mano Giga Watt, il mining è abilitato per Bitcoin, Ethereum e Litecoin. C'è un vincolo sulla scelta della mining pool: per Bitcoin è Slush Pool; per Ethereum è NanoPool; per Litecoin il mining si fa in LitecoinPool.

Come funziona la ICO e il sistema dei WTT Token

La ICO ha previsto un periodo di prevendita dal 19 maggio al 2 giugno 2017. La ICO parte alle ore 12.00 PDT del 2 giugno e terminerà il 31 luglio 2017. La distribuzione dei WTT token avverrà a partire dalle ore 12.00 PDT del 7 agosto 2017. I token sono stati generati come smart contract Ethereum ERC-20.

  • 30 milioni di WTT in vendita.
  • 34 milioni di WTT distribuiti.
  • Ogni 100 token venduti saranno distribuiti ulteriori 15 token: 10 per i membri del team; 5 per i partners e i consulenti.
  • 1 WTT token costa da 1 a 1,2 USD in base al numero di settimane trascorse dall'inizio della ICO.
  • Acquisto minimo 1000 WTT token.

Il sito di riferimento per partecipare alla WTT ICO è https://cryptonomos.com/wtt/.

Come funzionano i WTT token

La regola è questa: 1 WTT token = 1 Watt = 1 USD. Acquistando i token si noleggia un miner (ASIC o GPU) o parte di esso o più di uno, per 50 anni. Gli investitori hanno due opzioni.

  1. Scegliere di usare i token per fare il mining delle monete digitali.
  2. Sub affittare i token ad altri, attraverso la procedura prevista da Giga Watt.

Se ad esempio si sceglie un ASIC miner S9, il cui consumo è di 1323 Watt + 10%, bisognerà comprare 1323 WTT token + 10% ovvero sborsare 1323 USD + 10%.

Quanto costa fare il mining con Giga Watt

Qualsiasi sia il dispositivo scelto e il numero di miners da acquistare, le commissioni di hosting sono di 3,3 centesimi di Dollaro per kW/h. Le commissioni di hosting comprendono i costi di elettricità e manutenzione degli apparati. Le commissioni sono dedotte dal guadagno derivato dal mining.

Cosa Giga Watt offre di diverso dal mercato del mining

Giga Watt si pone come una alternativa, o meglio, come un ibrido tra hosting mining, cloud mining e home mining. Come spiegato nel whitepaper, loro si pongono come la quinta opzione.

  1. Home mining. ASIC miner di proprietà acquistato in modo indipendente e settato con le proprie competenze.
  2. Cloud mining. Attraverso una società privata si acquista una determinata quantità di hash rate.
  3. Hosting mining presso una società. Una sorta di colocation o housing, dove l'hardware è di tua proprietà e la gestione della struttura è della società terza che fa la manutenzione dell'hardware.
  4. Mining farm personale. Ci si costruisce una mining farm personale e in auto gestione.
  5. Giga Watt. Come l'home mining (l'hardware è di proprietà del miner), ma gestito come in una hosting mining farm, ma a costi da grossista.

I costi dell'elettricità

Giga Watt, all'interno del whitepaper, ha pubblicato una immagine in cui sono mostrati graficamente i costi dell'elettricità in varie parti del mondo. Il costo della corrente elettrica presso Giga Watt è di 2,8 centesimi di dollaro USA per kilowatt/ora.

- Prospetto grafico costi elettricità nel mondo. -

La tecnologia usata nella mining farm di Giga Watt. Il Giga Pod

Giga Watt non usa un solo grande complesso per l'installazione dei miners, piuttosto strutture compatte ad alta densità chiamate Giga Pod (vedi rendering sotto). Quali i vantaggi della soluzione tecnologica secondo Giga Watt? Questi:

  • Breve distanza tra flusso d'aria di raffreddamento e miners, fa risparmiare corrente.
  • Per alimentare gli apparati, uso di apparecchiature elettriche in commercio e non fatti su misura.
  • Il modello ideato riduce i costi in ogni aspetto.
  • Ogni Giga Pod è indipendente e pronto ad entrare in funzione appena pronto.

- Esempio di Giga Pod ideato da Giga Watt. -

Caratteristiche costruttive del Giga Pod

La ventilazione è posizionata sul retro del Giga Pod e pompa aria ad alta pressione filtrata da un sistema di filtri. Il fabbricato è protetto dalla pioggia e dalla neve. I trasformatori sono posizionati in una zona all'ombra per migliorare l'efficienza e aumentare la durata. Nel campo intorno i fabbricati cresce l'erba per ridurre la polvere e la manutenzione ai filtri. I Giga Pod sono alimentati come unità indipendenti, dotati di connessione internet a fibra ottica. Capacità dai 750kW agli 1,75MW di potenza, in base agli ASIC installati.

- Sistema di ventilazione forzata del Giga Pod. -

Video. Giga Pod in costruzione

La storia di Giga Watt e del fondatore Dave Carlson

In termini biblici. In principio era MegaBigPower, fondata nel 2012 da Dave Carlson, ingegnere del software. Dave si avvicinò al brodo primordiale delle cryptocurrency nel 2010. Poi MegaBigPower fece il botto e, come il Big Bang, si espanse per diventare Giga Watt. In principio era un Bitcoin mining center. Dave dispone di tre strutture per il mining da: 250kW, 1MW e 1MW. Una squadra di specialisti gestisce le attività.

Riferimenti

Giga Watt. Token Lunch White Paper.


Condividi sui social network con amici e amiche usando la social bar. Contribuisci alla diffusione della Crypto Economy.

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Super Bitcoin, Bitcoin God, BCX gratis: guida completa    ⟩⟩ Come aumentare le vendite su Facebook a Natale    ⟩⟩ Millennials preferiscono Bitcoin a conto corrente bancario    ⟩⟩ Estuario Rio delle Amazzoni dal satellite    ⟩⟩ Mediaset Premium programmazione Dicembre 2017: Film e Serie TV