Home
  1. Bitcoin e...
  2. Crypto Notizie
  3. 200 mila transazioni Bitcoin non confermate. Segwit la soluzione?

200 mila transazioni Bitcoin non confermate. Segwit la soluzione?

Ci sono 200 mila transazioni Bitcoin non confermate nella rete. Segwit la soluzione alla congestione? I grandi miners lucrano sulla situazione?

   

Foto: pixabay.com.

Ci sono circa 200 mila transazioni Bitcoin non confermate, a fronte di circa 300 mila transazioni BTC nell'arco delle 24 ore (massimo possibile per ora). Il 66% delle transazioni giornaliere richiedono più di 24h prima di raggiungere la destinazione. Ciò significa migliaia di persone in attesa di ricevere i Bitcoin, migliaia di persone in attesa che i BTC inviati arrivino a destinazione.

Per ovviare al problema, molti sono disposti a pagare commissioni più alte per far sì che la transazione abbia la precedenza sulle altre nella validazione: più paghi, più veloce è la conferma della transazione nella rete.

Un vantaggio per i miners

Questa situazione è un gran vantaggio per i miners perché vedono entrare un po' di BTC in più nelle loro tasche, ma un serio problema per la tenuta dell'intera Bitcoin Network. Così le cose non possono andare avanti. La rete, intasata com'è, non potrà mai far diventare il Bitcoin un sistema monetario aperto a tutti.

Autostrada a una sola corsia: Segwit la soluzione?

Abbiamo un'autostrada a una sola corsia per senso di marcia, sulla quale viaggiano troppe macchine. Se si vuole che più automobilisti possano viaggiare sulla stessa autostrada, sono necessari lavori di raddoppio dell'autostrada. Bisogna passare a 2 o 3 corsie.

Questo paragone tra la Bitcoin Network e l'autostrada a una corsia, per far capire la situazione in cui ci troviamo: congestionata. Segwit può essere la soluzione? Ho scritto di Segregated Witness a proposito del Litecoin Core e della diatriba sull'hard fork Bitcoin che ha portato alla scissione con Bitcoin Unlimited. Almeno nell'immediato, Segwit, sarebbe una corsia in più per decongestionare e fluidificare il traffico e ridurre le commissioni.

E se i grandi miners bloccano Segwit per arricchirsi con le commissioni?

La Bitcoin Network è molto nelle mani dei grandi miners, quelli che hanno grandi potenze di calcolo impegnate a estrarre Bitcoin dalla rete e a validare le transazioni. Senza il loro 'sì' all'introduzione di Segwit nella Bitcoin Network, ciò non avverrà mai.

Mi viene un dubbio... Forse i grandi miners procrastinano l'assenso a Segwit, per lucrare sulle alte commissioni a cui sono obbligati gli utenti pur di inviare BTC da una parte all'altra del mondo? Le commissioni sulle transazioni vanno ai miners e più hash rate posseggono più guadagnano.

Il meccanismo si ritorcerà contro tutti

Se non si trova una soluzione alla congestione della rete Bitcoin, lucrare sulle commissioni alla fine sarà stato solo un lavoro sprecato. Perché? Semplicemente le persone daranno più fiducia a monete come Dashcoin (rapidissima nel confermare le transazioni) oppure al Litecoin che ha già introdotto i benefici del Segwit. Di conseguenza le persone scambieranno Bitcoin con Dash o LTC per liberarsene — e con altre altcoins —, facendone calare vertiginosamente il valore.

Riferimenti

Per curiosare il numero di transazioni non confermate in tempo reale, visita questa pagina: https://blockchain.info/unconfirmed-transactions.

Per conoscere il numero di transazioni in corso sulla rete Bitcoin nelle ultime 24 ore, visita il sito https://blockchain.info. Trovi il contatore a metà pagina circa.

Condividi sui social network! Fai conoscere la notizia ai tuoi amici e amiche, amplia le frontiere della Crypto Economy!

 

Articoli Recenti

⟩⟩ Libersfera, pagina Facebook scrittori italiani self-publishing    ⟩⟩ Comprare dominio straniero .es, .co.uk, .de, .us, .cc, .org.uk    ⟩⟩ Ledger Wallet protegge Bitcoin, Ethereum con hardware wallet e BOLOS    ⟩⟩ Cosa è un hardware wallet e a cosa serve?    ⟩⟩ Pay TV adottano tecnologia blockchain: fine trasmissioni pirata