Fujifilm entra nel mercato delle Reflex semi-professionali con la X-T1

Il frutto di un progetto di rientro nel mercato che conta

  Contatta autore  Google profile Carbone  Facebook profile Webinserzionista

Fujifilm X-T1 fronte X-T1 retro

   La giapponese Fujifilm sembra avere un ben progettato piano commerciale dietro il lancio di ogni singola novità nel campo fotografico. Dalle camere digitali compatte alle bridge dalle caratteristiche evolute, fino alla serie X ad ottica fissa e poi intercambiabile.
   Ora proprio la serie X, si dota di una macchina fotografica Reflex ad ottica intercambiabile, che consente alla casa nipponica di competere nel campo delle reflex semi-professionali.
   Si tratta della nuova X-T1, sulla quale è stato montato il collaudato sensore CCD da 16,3 Mpixel APS-C X-Trans CMOS II (23.6mm x 15.6mm) con filtro per i colori primari e sensore di pulizia con vibrazioni ultra soniche. Il motore grafico resta l'EXR II, così come la struttura del corpo macchina è nello stile retro peculiare della serie X.
   La XT-1 è il risultato finale di una strategia aziendale che negli ultimi anni ha costruito e preparato il suo arrivo, mettendole a disposizione un parco obiettivi discretamente vario e dalla eccellente qualità ottica. In essa si condensano tutti i risultati ottenuti negli ultimi anni e le caratteristiche richieste dai fotografi moderni, siano essi dei cultori della fotografia o dei professionisti.
   La X-T1 ha un display LCD ribaltabile, un mini connettore da 2.5mm per l'aggiunta di un microfono esterno, un connettore mini HDMI e una comunicazione Wireless con l'esterno sia per la gestione in remoto che per il trasferimento istantaneo degli scatti (incluso il geotagging).

Il mirino ottico OLED

   Il Viewfinder della X-T1, ha una risoluzione di 2,36 milioni di punti OLED, con un angolo di visione pari a 31° e una risposta in termini di tempo di aggiornamento dell'inquadratura di 0.005 sec.
   Il Viewfinder ha 4 modalità di visione. Normale, completa (FULL), la modalità verticale che si attiva nel momento in cui ruotiamo la macchina fotografica posizionando automaticamente le informazioni in modo da essere visibili come nella posizione orizzontale. In fine c'è la visione dual.
Il monitor LCD di 3 pollici e 1.04 milioni di pixel, è dotato di un vetro protettivo aggiuntivo maggiormente resistente agli urti accidentali.

Struttura resistente alla polvere e all'acqua

    La struttura esterna, in magnesio, della X-T1 è stata creata in modo tale da resistere agli agenti atmosferici e al freddo. Grazie agli 80 punti di saldatura, la struttura resiste all'intrusione di polveri sottili, resiste all'acqua ed a temperature fino ai -10°C. Tutto ciò rende la macchina fotografica utilizzabile in molteplici ambienti dalle condizioni atmosferiche critiche.

Simulazione pellicola ed effetti fotografici avanzati

   Continuando la tradizione fin quì mantenuta da Fujifilm per le sue digital camera, anche la X-T1 è capace di simulare le storiche pellicole Fujifilm. In base al tipo di soggetto da ritrarre, avrete a disposizione la simulazione di pellicola più idonea.
   Provia è la pellicola standard, poi abbiamo la Velvia per una alta saturazione dei colori, Astia per scene dai colori morbidi e soffici, Sepia per uno stile vintage, Monochrome con i filtri +Ye / R / G. Ancora il Pro negativo standard e il Pro negativo High.
   Per quanto riguarda i filtri, ci sono 8 filtri avanzati a disposizione per effettuare fotografie artistiche direttamente in camera e non con i programmi di fotoritocco. Per un effetto diorama o miniatura abbiamo il Miniature, il Dynamic Tone altera i toni dell'immagine per creare effetti fantasiosi, High key aumenta la luminosità e riduce il contrasto per tonalità più luminose. Il Low key enfatizza le parti più luminose della foto scurendo i toni generali del ritratto. Partial colour consente di selezionare un colore primario, rendendo il resto della foto in B/N: disponibili le selezioni per rosso, arancione, giallo, verde, blu e porpora. Soft focus sfuoca le immagini per creare effetti poetici. Pop colour enfatizza il contrasto e la saturazione dei colori, molto utile per riprendere scene dai multiformi colori ben definiti come la frutta al mercato ecc. In fine l'effetto Toy camera.
   Altri effetti in sintesi: multi esposizione di immagini con sopra impressione. Timer di intervallo per scatti fotografici da 1 sec. a 24h o da 1 a 999 frame. Bracketing con bilanciamento del bianco variabile, Dynamic range bracketing, bracketing con simulazione di tre pellicole. AE bracketing, ISO bracketing, Face detection, Panorama e tutta una serie di effetti per le riprese video in alta definizione.

Accessori della X-T1

   La X-T1 dispone di una batteria supplementare verticale, il vertical battery grip (VG-XT1), dotato della batteria supplementare NP-W126 capace di aumentare l'autonomia di ulteriori 700 scatti circa. Inoltre il sistema è dotato di secondo pulsante di scatto e di una serie di comandi per facilitare il lavoro del fotografo nelle condizioni più disparate.
   Il Metal hand grip (MHG-XT) è una impugnatura aggiuntiva da montare al copro macchina per migliorare la stabilità durante l'impugnatura. Molto importante, il dispositivo non impedisce di accedere al vano batteria e di sostituire le memory card.
   Il Leather half case (BLC-XT1) è una protezione in cuoio per proteggere la base dagli urti e dall'usura, dotata di tracolla.
   Il flash EF-X8 incluso nella confezione ed ha un numero guida pari a 8 a ISO 100. La X-T1 resta compatibile con tutti i precedenti modelli di flash realizzati per le serie X.
   Per quanto riguarda gli obiettivi, la X-T1 è compatibile con gli XF e gli XC e consente una retro compatibilità con l'attacco M.

Costo 1'185 Euro su internet.

  


Articoli Recenti

⟩⟩ Buono acquisto FarmaciaUno speciale solari    ⟩⟩ Il romanzo storico Le ragioni degli altri, di Bianca Chilovi    ⟩⟩ Nuova roadmap Dash coin. Supporterà 11 mln di transazioni giorno    ⟩⟩ Calendario e-commerce. Prepara il negozio per i prossimi 6 mesi    ⟩⟩ BonusBitcoin il faucet che ti fa guadagnare Bitcoin gratis